loading

Corsi

image
€ 597.8

CORSO ONLINE: MASTER BREVE IN DIRETTA ON LINE: IL DANNO ALLA PERSONA E CRITERI RISARCITORI

PRESENTAZIONE: Il master avrà per oggetto l’accertamento e i relativi criteri risarcitori del del danno patrimoniale e di quello non patrimoniale alla luce dei nuovi orientamenti della Corte di Cassazione. Saranno approfonditi i problemi e i contrasti irrisolti in tema di danno alla persona. Sotto il profilo del danno non patrimoniale si farà riferimento alla nuova definizione di danno biologico, quale danno disfunzionale, per poi esaminarne le ricadute risarcitorie e le tecniche di redazione delle domande. Si esaminerà il tema delle “tabelle” giurisprudenziali, dei rapporti tra danno biologico, danno morale e danno esistenziale ai fini della c.d. personalizzazione del risarcimento. Con riferimento al danno patrimoniale, il corso ha lo scopo di illustrare i criteri risarcitori dei più comuni danni patrimoniali con particolare riguardo alla capacità lavorativa, alla carriera professionale, ai soggetti non percettori di reddito (casalinga, minore studente, disoccupato), alle spese sanitarie Saranno oggetto di trattazione anche i danni endofamiliari alla luce della evoluzione giurisprudenziale Una sessione sarà dedicata al danno da morte, patrimoniale e non patrimoniale. L’incontro sarà suddiviso in 4 moduli. Ogni modulo è diviso su due mezze giornate. Il primo modulo sarà incentrato, previo esame delle tecniche di redazione dell’atto, sulle tematiche risarcitorie del danno non patrimoniale alla luce della natura di danno disfunzionale attribuita dalla Corte di Cassazione e sui rapporti con il danno morale e il danno esistenziale. Verranno illustrati anche i corretti criteri per la personalizzazione del danno e i criteri liquidatori del danno da perdita di chance non patrimoniale. Il secondo modulo tratterà il danno patrimoniale, i relativi aspetti collegati al danno da incapacità lavorativa, differenziando i relativi criteri risarcitori nel CDA tra lavoratore autonomo e lavoratore dipendente e i criteri reddituali da porre a fondamento del risarcimento. Saranno evidenziati i criteri risarcitori ai soggetti non percettori di reddito Il terzo modulo affronterà i profili risarcitori del danno da morte sia patrimoniale che non patrimoniale., Sotto tale ultimo aspetto saranno oggetto di trattazione i criteri risarcitori del danno iure hereditatis, iure proprio e del danno catastrofico e del danno parentale Saranno oggetto di disamina i soggetti legittimati al relativo risarcimento e i relativi criteri del danno. Il quarto modulo affronterà le tematiche sempre attuali dei danni endofamiliari sia con riguardo ai comportamenti tra i coniugi, sia in relazione ai figli, alla luce dei nuovi orientamenti della Corte di Cassazione. Un focus sarà riservato alle violenze psichiche endo- familiari, fenomeno molto diffuso ma quasi sconosciuto nelle aule giudiziarie. Gli argomenti relativi ai vari moduli saranno trattati con taglio pratico e operativo prendendo spunto dalle più importanti e recenti pronunce giurisprudenziali Ampio spazio sarà dedicato ai quesiti.. PROGRAMMA: Primo modulo – 26-27 Febbraio orario 9,30-13,00 Il danno non patrimoniale •Tecnica di redazione dell’atto introduttivo dei giudizi di responsabilità •Tecnica di deduzione del danno non patrimoniale e patrimoniale •Comparsa di risposta nei giudizi di responsabilità •Eccezioni e mere difese. •Nozione di danno biologico •Fonti normative •Fonti giurisprudenziali •Natura disfunzionale •Aredditualità •Omnicomprensività •Intangibilità •Criterio del punto variabile o “milanese” •Risarcimento del danno da invalidità temporanea •Emendabilità del danno con apposite terapie •Risarcimento in forma di rendita •Compensatio lucri cum damno •Qualificazione e contenuto del danno esistenziale •Qualificazione e contenuto del danno morale •Differenza tra danno biologico statico e dinamico •Danno da cenestesi lavorativa Personalizzazione del risarcimento •Concetto di personalizzazione •Criteri legali di personalizzazione •Presupposti per la personalizzazione •Misura della personalizzazione •Criteri giurisprudenziali di personalizzazione •Personalizzazione ed onere di allegazione e di prova •Personalizzazione del risarcimento ed obbligo di motivazione della sentenza •Danno biologico a minore •Possibilità di duplicazione concettuale tra il danno biologico dinamico e il danno esistenziale •Danno estetico •Danno alla vita sessuale •Autonomia del danno morale all’interno del danno non patrimoniale - Contrasto nella Corte di cassazione •Danno morale autonomo rispetto al danno biologico •Pregiudizi ricompresi nel danno morale •Valutazione della resilienza nella liquidazione del danno morale •Personalizzazione della liquidazione tabellare •Danno non patrimoniale contrattuale: limitazioni risarcitorie •Presunzione di responsabilità: criteri liquidatori Danno da perdita di chance non patrimoniale • Perdita di chance contrattuale • Perdita di chance excontrattuale • Incidenza sul danno e non sul nesso causale • Perdita di chance in mancanza di fatto reato • Danno da perdita di chanc in caso di inadempimento contrattuale • Riconoscimento d’ufficio o su domanda di parte • Autonoma liquidazione del danno da perdita di chance, all’interno del danno non patrimoniale • Tematiche attuali in tema di perdita di chance non patrimoniale nella responsabilità medica Secondo modulo 09 -12 Marzo – Orari: 14,30 – 18,00 Il danno patrimoniale • Danno da incapacità lavorativa specifica temporanea e permanente • Differenza tra danno patrimoniali e cenestesi lavorativa • Carriera professionale e perdita di "chance" patrimoniale • Compensatio lucri cum damno di natura patrimoniale • Danno da perdita della capacità lavorativa nel codice delle assicurazioni • Criterio residuale del triplo della pensione sociale • Danno presente e danno futuro • Cessione del credito; valore delle clausole di incedibilità del credito • Lavoro in nero (si può pretendere il risarcimento del danno?) • Attività illecita o immorale (si può pretendere il risarcimento del danno?) • Spese per la produzione del reddito • Misura del danno e valore del bene danneggiato • Incrementi futuri del reddito • Spese sanitarie Il danno a soggetti non percettori di reddito • Il danno alla casalinga • Il danno al minore • Il danno allo studente • Il danno al disoccupato • Relativi criteri risarcitori Terzo modulo 13- 20 Marzo - Orari: 9,30 - 13,00 Danni non patrimoniali da morte • Danno biologico iure hereditatis • Come si prova la qualità di erede? • Che valore ha la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà? • Danno biologico iure proprio • Danno catastrofale • Criteri risarcitori del danno parentale • Danno da cd. Premorienza • Criteri risarcitori del danno parentale • Criteri risarcitori del danno parentale • Danno da cd. premorienza • Soggetti legittimati • Quali sono i principi di S. Martino 2 in tema di danno da morte? • Costituisce duplicazione risarcitoria liquidare il danno parentale e il danno morale? • Costituisce duplicazione risarcitoria liquidare il danno parentale e il danno esistenziale? • Come si chiede la personalizzazione del danno da morte? Danni patrimoniali da morte • Principio di indifferenza • Dall'ammontare del risarcimento da morte deve essere detratto il valore capitale della pensione di reversibilità percepita dal superstite? • Risarcibile la perdita di utilità che per legge, per contratto per consuetudine il defunto erogava al danneggiato? • Come si calcola il reddito del defunto da porre a base del calcolo del danno patrimoniale ? • In caso di morte della moglie casalinga come si fornisce la prova del lucro cessante per il coniuge? • Può essere fatto valere un danno da mancata aspettativa ereditaria? • Il mancato reddito da capitale è risarcibile? • In caso di lavoro in nero del defunto il danno alla moglie va liquidato tenendo conto di tale reddito? • I genitori hanno diritto al danno patrimoniale per la morte del figlio? • Sussiste il diritto al danno patrimoniale del nipote per la morte del nonno/a? • È risarcibile il danno non patrimoniale da morte dell’amante? Quarto modulo 19- 30 Aprile – Orari: 14,30 – 18,00 Danni endofamiliari • È ammissibile la tutela risarcitoria nell’ambito del diritto di famiglia? • Trattasi di responsabilità contrattuale o aquiliana? • Lo status di coniuge non può comportare una riduzione o una limitazione alla tutela della persona ? • Incidenza della valutazione di addebito della crisi familiare (art 143 c.c.) sull’illecito civile (art. 2043 c.c.) • Violazione dell’obbligo di fedeltà e risarcimento del danno: esclusione di ogni automaticità • Responsabilità anche senza separazione • Responsabilità dell’amante • Responsabilità del coniuge traditore • Responsabilità da procreazione • Legittima la revocazione della donazione per infedeltà del coniuge donatario? • La violazione degli obblighi familiari, a cui si aggiungano le ripetute minacce all’ex coniuge costituiscono illecito risarcibile ex art. 2059 c.c.? • Permane la tutela risarcitoria in caso di nullità del matrimonio,? • Quando la infedeltà coniugale è fonte di responsabilità? • Responsabilità dell’amante • L'addebito della separazione costituisce “titolo per il risarcimento del danno ai sensi e per gli effetti di cui all'art. 2043 c.c.”? • Nell’illecito endofamiliare, l’ingiustizia del danno può essere ravvisata nella «crisi coniugale»? • Il coniuge potrebbe «accontentarsi» di chiedere il risarcimento del danno, senza chiedere la separazione? • Se uno dei coniugi non rivela all’altro di avere contratto una malattia sessuale è responsabile civilmente? • Ammissibile il risarcimento del danno nella famiglia di fatto? • Anche in mancanza di fatto illecito sono ripetibili le elargizioni e le spese fatte dal compagno che ha poi rotto il rapporto? • L’estromissione violenta o clandestina del convivente dall'unità abitativa giustifica il ricorso alla tutela possessoria? • Il danno endofamiliare è riconoscibile anche nel rapporto di filiazione? • Se il genitore non si occupa del figlio vi è responsabilità civile nei confronti del figlio? • Se la donna nasconde al partner di non essere lui il padre sussistono danni risarcibili ? Violenze psicologiche in ambito familiare • Mezzi di prova • Tutela del soggetto vittima di violenze psicologiche • Effetti della violenza psichica sulle vittime • Come si riconosce la violenza psichica? • Il minore che ha assistito alla violenza assume la qualifica di persona offesa? • Quali sono i comportamenti rilevatori della patologia psichica di uno dei coniugi? • Con quali modalità si verifica il plagio della vittima? • Anche l’uomo può essere vittima di violenze psichiche? • Come distinguere lo stalking dalla violenza psicologica? • Cosa è il gaslighting? • È possibile chiedere il risarcimento danni nei confronti dello Stato nel caso di femminicidio o di gravi lesioni della vittima?

Docente

CONSIGLIERE DI CASSAZIONE E PRESIDENTE DI SEZIONE DOMENICO CHINDEMI

Sede

HOTEL BAIA FLAMINIA RESORT: VIALE PARIGI, 8 - PESARO, 61121 - PU

Mappa o sito del corso

Periodo

Dal 26-02-2021 09:30 al 30-04-2021 18:00

Settore Scientifico-Disciplinare

CIVILE

Crediti

Avvocati 15